Archivio Articoli

La punta del Gran Truc si innalza a cavallo tra la Val Germanasca ed il vallone di Pramollo e dalla sua cima si può godere una fantastica vista sulla pianura pinerolese e sulle cime circostanti. Partiremo dal Colle del Lazzarà per percorrere tutta l’aerea cresta erbosa che conduce direttamente in vetta. Da qua, proseguiremo verso il Lago del Lausun per poi ritornare al punto di partenza percorrendo un comodo sentiero a mezzacosta. L’itinerario non presenta difficoltà alpinistiche, pertanto è adatto ad escursionisti con un minimo di allenamento.

Dislivello:  800 m
Materiale: scarponcini, zaino ed abbigliamento adeguato alla stagione ed alla quota.
Difficoltà: E
Zona: Val Chisone

Referenti: Ezio Ferrero, Mirko Polliotto

 

Scarica il volantino

Anche quest’anno proponiamo un giro alla scoperta delle nostre valli, alla ricerca di vecchi sentieri dimenticati o nuovi da conoscere. Quest’anno siamo in Val Chisone, nella zona di Garnier. Partiremo da Castel del Bosco e cominceremo a salire attraversando le prime borgate, tra cui Albarea, la Poa e altre. Saliremo fino a Rocca Mourel a 1.450 m da cui si gode di un bellissimo panorama sulla vallata. Rientreremo facendo un anello che ci porterà a visitare altre bellissime borgate abbandonate.

Dislivello: 850 m
Materiale: scarponcini, zaino ed abbigliamento adeguato alla stagione ed alla quota
Difficoltà: E(Escursioniti)
Zona: Val Chisone

Referenti: Silvano Damiano, Debora Galliano

 

Scarica il volantino

Una giornata per ciaspolatori e scialpinisti, tutti insieme per imparare a muoversi in sicurezza in ambiente innevato e far pratica sull’utilizzo di ARTVA, pala e sonda. La località sarà scelta in base alle condizioni della neve.

Dislivello: 600/700 m
Materiale: sci/ciaspole, ARTVA, pala, sonda, abbigliamento adeguato alla quota ed alla stagione
Difficoltà: MR(Medi racchettatori)/MS(Medi sciatori)
Zona: Val Chisone

Referenti: Michele Ferrero, Silvia Reynaud

 

Scarica il volantino

Gita tranquilla che partendo dall’abitato di Thures ci porterà attraversando prati e boschi di larici alla punta, ove potremmo godere di un bellissimo panorama. La salita è sicura in quanto protetta dal bosco di larici anche inpresenza di abbondanti nevicate.

Dislivello:  quasi 800 m
Materiale: ciaspole, ARTVA, pala, sonda, abbigliamento adeguato alla quota ed alla stagione
Difficoltà: MR(Medi racchettatori)
Zona: Val Thuras

Referenti: Silvano Damiano, Debora Galliano

 

Scarica il volantino