Archivio Articoli

Piacevole escursione in ambiente innevato, da cui potremo godere di un ottimo panorama sulla Val Chisone e poi anche sulla Val Susa. Partiremo dalla borgata di Allevè, sopra Pragelato, proseguiremo a sinistra verso la borgata Rif e il colle di Costa Piana. Giunti in prossimità del Rio Pomerol, tramite ampi pendii raggiungeremo la cresta che ci porterà sulla cima.

Dislivello: 750 m
Materiale: ciaspole, ARTVA, pala, sonda, abbigliamento adeguato alla quota ed alla stagione
Difficoltà: EAI-PD (Escursionismo ambiente innevato – Poco difficile)
Zona: Val Chisone

Referenti: Silvano Damiano

 

Scarica il volantino

Partendo da Grand  Puy si imbocca una stradina che sale in mezzo alle case con alcune svolte si attraversano alcuni prati fino a raggiunge un pianoro, dove si incrocia una pista forestale proveniente da sinistra. Si prosegue in direzione di un ampio canalone, si sale in direzione del colle, senza percorso obbligato a seconda delle tracce della qualità e quantità della neve. La discesa si svolge per facili pendii, quindi nella conca e seguendo il marcato valloncello. Verso quota 2150 metri si esce dal canale e si piega a sinistra, si incontrano le tracce di una mulattiera e si giunge all’alpe Giarasson. Ora non resta che seguire la pista di servizio dell’alpeggio che attraversa il bosco di larici fino a incrociare un’altra pista ormai in vista del Gran Puy. Seguendo la mulattiera finché si raggiunge la macchina.

Dislivello: 750 m
Materiale: sci, ARTVA, pala, sonda, pila frontale, abbigliamento adeguato alla quota ed alla stagione
Difficoltà: MS (Medi sciatori)
Zona: Val Chisone

Referenti: Donatello Ghigo, Davide Reinaud

 

Scarica il volantino

Prima uscita invernale facile e adatta a tutti. Partiremo da Villanova (1.222 m) e percorreremo il sentiero che parte poco dopo l’abitato, raggiungeremo poi la strada sterrata che porta alla conca del Prà e seguendola, con la possibilità di alcuni tagli, raggiungeremo il rifugio ove potremo pranzare.

Dislivello: 550 m
Materiale: ciaspole, ARTVA, pala, sonda, abbigliamento adeguato alla quota ed alla stagione
Difficoltà: EAI-F (Escursionismo ambiente innevato – Facile)
Zona: Val Pellice

Referenti: Silvano Damiano, Loris DalCerè

 

Scarica il volantino

Partiremo poco sopra Angrogna, alla quota di circa 1.000 m. Percorreremo dapprima una stradina che seguendo la costa ci porterà sotto il M.te Castelletto, che raggiungeremo con un comodo sentiero. Da qui scenderemo, seguendo la cresta, al colle della Vaccera. Dal colle inizia la salita più ripida, che seguendo la cresta ci porterà alla nostra meta.

Dislivello: 750 m
Materiale: ciaspole, ARTVA, pala, sonda, abbigliamento adeguato alla quota ed alla stagione
Difficoltà: EAI-PD (Escursionismo ambiente innevato – Poco difficile)
Zona: Val Pellice

Referenti: Silvano Damiano, Debora Galliano

 

Scarica il volantino

Una giornata per ciaspolatori e scialpinisti, tutti insieme per imparare a muoversi in sicurezza in ambiente innevato e far pratica sull’utilizzo di ARTVA, pala e sonda. La località sarà scelta in base alle condizioni della neve.

Dislivello: 500/600 m
Materiale: sci/ciaspole, ARTVA, pala, sonda, abbigliamento adeguato alla quota ed alla stagione
Difficoltà: EAI-PD (Escursionismo ambiente innevato – Poco difficile) / MS (Medi sciatori)
Zona: Val Chisone

Referenti: Michele Ferrero, Davide Reinaud

 

Scarica il volantino