Archivio Articoli

Annuale festa presso la Casa Alpina Fornetti situata al di sotto del Colle del Besso nello splendido vallone di Grandubbione. Grigliata di carne, buon vino, bella compagnia e tanta allegria sono gli ingredienti essenziali per una fantastica giornata insieme.

Dislivello: 100 m
Materiale: per quest’occasione è assolutamente necessario avere un buon appetito per godere appieno di tutti i manicaretti che i nostri cuochi ci prepareranno
Difficoltà: E (Escursionisti)
Zona: Vallone del Grandubbione, Val Chisone

Referente: Direttivo

 

Scarica il volantino

La Casa Alpina Fornetti per essere mantenuta nello stato attuale ha bisogno di un po’ di manutenzione. Eccoci dunque alla giornata annuale dedicata alla nostra bella baita in cui, tutti insieme, con un po’ di allegria, svolgeremo i lavori di ordinaria manutenzione.

Dislivello: 100 m
Materiale: pala, zappa, decespugliatore, motosega e… voglia di lavorare
Difficoltà: E (Escursionisti)
Zona: Vallone del Grandubbione, Val Chisone

Referente: Direttivo

 

Scarica il volantino

Il primo giorno partiremo da Gressoney con la funivia in direzione di punta Indren (3.275 m). Dall’arrivo aggireremo la barra rocciosa posta al di sotto del rifugio Mantova e proseguiremo fino alla Capanna Gnifetti (3.647 m) dove pernotteremo. Il secondo giorno procederemo lungo il ghiacciaio del Lys, lungo il percorso che passa accanto alla Piramid Vincent, il Balmenhorn (Cristo delle vette), il Corno Nero, il Ludwigshohe e il Lyskamm fino a raggiungere il Colle del Lys a 4.250 m. Da questo punto è ben visibile la sagoma della Capanna Margherita, che raggiungeremo dopo essere passati sotto le pendici della Punta Parrot e transitati dal colle Gnifetti. Ci sarà la possibilità per i più allenati di salire anche la punta Zumstein (4.563 m). La discesa avverrà lungo l'itinerario di salita e, se le condizioni dell’innevamento lo consentiranno, sarà possibile scendere fino a Stafal (1.830 m) con gli sci ai piedi, compiendo cosi una strepitosa sciata di oltre 2500 metri di dislivello.

Dati i posti limitati è richiesta la prenotazione entro le due settimane antecedenti all'uscita. È richiesto un buon allenamento necessario per affrontare l'itinerario in quota nella massima sicurezza.

Dislivello: 1.284 m (1 giorno: 372 m - 2 giorno: 912 m)
Materiale: attrezzatura da scialpinismo completa (ARTVA, pala, sonda), dotazione da ghiacciaio (imbrago, moschettoni, corda, cordino da ghiacciaio, casco, chiodi da ghiaccio), frontale, abbigliamento tecnico adeguato alla stagione ed alla quota.
Difficoltà: BSA (Buoni sciatori alpinisti)
Zona: Val d’Aosta

Referenti: Michele Ferrero, Davide Reinaud

 

Scarica il volantino

Quest’anno andremo alla scoperta degli angoli nascosti della Liguria nell’entroterra di Portofino in compagnia degli amici del CAI di Varazze. Partiremo da San Rocco (221 m) per salire al monte di Portofino (600 m), quindi scenderemo vero il porto sottostante ed andremo a fare il bagno nella baia di Paraggi. L’escursione si concluderà a Santa Margherita dove il pullman ci aspetterà. Sarà un’escursione adatta a tutti con poco dislivello in salita (circa 400 m) e con uno sviluppo di circa 10 km. Il tempo totale per percorrere l’itinerario si aggira attorno alle 4 ore.

Dislivello: 400 m
Materiale: scarponcini, zaino ed abbigliamento adeguato alla stagione ed alla quota (non dimenticate il costume da bagno)
Difficoltà: E (Escursionisti)
Zona: Liguria

Referenti: Michele Ferrero, Marco Brocca

 

Scarica il volantino

Partendo dal colle Cro questo itinerario, fatto di continui saliscendi, raggiunge prima la vetta del monte Freidour, poi sempre proseguendo sul crinale divisorio tra le valli della Chisola e del Noce, la vetta del monte Tre Denti. Proseguendo per cresta, superati i colli Aragno, si può salire in vetta al monte Tre Denti (1.342 m) e si raggiunge prima la Madonnina poi la cappella posta sulla cima orientale. Scesi al colle della Bessa un lungo traverso conduce alla Roccia Castellar da dove si ritorna al colle Cro transitando per il rifugio Melano – Casa Canada e per il colle Ciardonet.

Dislivello: 650 m
Materiale: scarponcini, zaino ed abbigliamento adeguato alla stagione ed alla quota
Difficoltà: E (Escursionisti)
Zona: Val Noce

Referenti: Mirko Polliotto, Debora Galliano

 

Scarica il volantino